News

Notizie ed eventi sul mondo della nautica di lusso

FSD – Ferretti Security & Defence in primo piano a Euronaval- 2018.

Parigi – Le Bourget, 22 ottobre 2018 – FSD-Ferretti Security & Defence, la divisione del Gruppo Ferretti dedicata al settore Difesa e Sicurezza, partecipa alla cinquantesima edizione del salone Euronaval 2018 di Parigi (23/26 ottobre), una delle fiere più importanti dedicate al settore della Difesa e Sicurezza in mare.

 FSD consolida la sua presenza nel mercato internazionale presentando i modelli delle imbarcazioni FSD195, della quale sono già state prodotte nr.2 unità, FSD150 CB (Combat Boat) e del pattugliatore FSD 350.

FSD195, “Fast Patrol Vessel” di Ferretti Security & Defence, è una imbarcazione ad alte prestazioni.
Lunga 20 metri e con un peso di circa 36 tonnellate, è in grado di superare agevolmente i 50 nodi di velocità, con oltre 500 miglia di autonomia. È dotata di due motori da 1900 hp e può essere allestita con una mitragliatrice LRCWS da 12,7 millimetri, oltre che con altri sistemi d’arma.
FSD195 è stata testata con successo nelle acque italiane anche come “chase boat” (tender blindato) per agili e sicuri utilizzi in ambito civile.
Il secondo esemplare dell’imbarcazione FSD 195, integralmente costruito in ibrido vetro-carbonio e consegnato in Svezia lo scorso 2 luglio, sta riscuotendo un notevole successo e dando lustro all’intera divisione FSD-Ferretti Security & Defence.
I feed-back sulle prestazioni del pattugliatore FSD195 evidenziano una eccezionale manovrabilità. La stabilità e la silenziosità rilevate a una velocità prossima ai 100 km orari, unite al comfort di bordo tipico delle imbarcazioni del Gruppo Ferretti, fanno di questo prodotto il perfetto connubio tra tecnologia, innovazione e la migliore qualità nella costruzione navale.

FSD150 CB, 16,2 metri di lunghezza e poco più di 22 tonnellate, propulsa da 2 motori da 800 hp ognuno, è in grado di superare agevolmente i 45 nodi imbarcando 3 uomini d’equipaggio e fino a 22 operatori.

Il pattugliatore FSD350, lungo 35 metri e con un peso di 125 tonnellate, è tra le più imponenti piattaforme FSD. Dotato di 2 motori da 3700 hp che azionano water jet Rolls-Royce KaMeWa, è progettato per superare i 45 nodi e raggiungere l’eccezionale velocità massima di oltre 55 nodi in versione CODAG (Combined Diesel And Gas).

La gamma di FSD si compone di imbarcazioni altamente performanti in termini di velocità e resistenza, equipaggiate con soluzioni di SDC (Sistemi Di Combattimento) tecnologicamente avanzate.
Le piattaforme navali che saranno presentate sono tutte realizzate con scafi in composito ibrido vetro-carbonio. Inoltre, grazie al know-how e alle capacità produttive del Gruppo Ferretti, sono configurabili per rispondere alle esigenze di aree geografiche e teatri operativi differenti.

Con Euronaval 2018, Ferretti Security & Defence rafforza ulteriormente la propria posizione sul palcoscenico dei grandi appuntamenti internazionali, sfruttando opportunità di networking uniche e promuovendo il know-how del Gruppo nella progettazione e costruzione di mezzi navali preposti al pattugliamento delle acque internazionali e territoriali, resi sempre più necessari dalle nuove esigenze di controllo frontiera.

Per FSD-Ferretti Security & Defence saranno presenti il Direttore Giuliano Felten e il Direttore Ricerca e Sviluppo Andrea Ameli.

“Siamo lieti di partecipare alla cinquantesima edizione di Euronaval 2018 in perfetta analogia con il 50° anniversario di Ferretti Yachts, lo storico brand del Gruppo Ferretti e uno dei marchi più prestigiosi del panorama nautico internazionale.” – dichiara Giuliano Felten – “La speciale ricorrenza, celebrata a Venezia, è coincisa con l’anniversario della “Battaglia del Solstizio”. Dalla splendida cornice del Palazzo Ducale della Serenissima, gli ospiti del Gruppo Ferretti hanno potuto assistere, con gli occhi puntati all’insù, alle evoluzioni della Pattuglia Acrobatica Nazionale, Frecce Tricolori. Questo nello stesso giorno in cui, esattamente 100 anni fa, giugno 1918, l’Esercito Italiano resistette eroicamente all’ultima offensiva Austro-Ungarica e durante la quale perse la vita il maggiore Francesco Baracca, Asso degli Assi dell’Aviazione Italiana. Considero questa affinità e vicinanza un orgoglio del tutto italiano. ”

Back to top